francesca_e_nunziata_raoul_bova_lina_wertm_ller_015_jpg_vwqc

La nostra rassegna cinematograficulinaria,
prosegue stasera con un film per la televisione del 2001,
diretto da una grande regista italiana: Lina Wertmuller.
C’è da dire che quando seppi che si stava girando il film tratto dal romanzo di Maria Orsini Natale,
avendo letto il libro, non pensavo che la trasposizione cinematografica mi sarebbe piaciuta, come spesso accade.
E invece una bravissima Sophia Loren e una altrettanto brava Claudia Gerini,
nonchè un fantastico Giancarlo Giannini
mi hanno fatto apprezzare anche la versione cinematografica.
All’inizio del ventesimo secolo Francesca che dirige con successo il pastificio di famiglia,
diventa nobile sposando il principe Montorsi,
per rispettare un voto fatto alla Madonna adotta l’orfana Nunziata alla quale insegnerà tutti i segreti del mestiere,
essendo lei l’unica dei suoi   figli desiderosa di apprendere tutto sulla lavorazione del grano e la passione per la pasta.
Presto però il matrimonio di Francesca naufragherà,
perchè il marito, sentendosi relegato da sempre ad un ruolo subalterno,
farà una serie di investimenti sbagliati e subirà un crack finanziario.
Deluso ancora una volta da se stesso finirà per suicidarsi.
Il tracollo finanziario,
il fallimento dell’impresa di famiglia a cui aveva dedicato tutta la vita, la morte dell’adorato marito,
fanno perdere a Francesca la voglia di vivere,
sarà ancora una volta Nunziata a prendere in mano le redini della situazione, a restituire a Francesca la
voglia di sopravvivere e a risolvere i problemi di una famiglia ormai in rovina.
Storia di una saga, ma anche di lavoro, di fatica, di figure femminili, grandi intrecci…Francesca e Nunziata si assomigliano,
sono l’esempio di due  donne che ce l’hanno fatta a dispetto della sottomissione femminile dell’epoca.
Un libro che racchiude sentimenti di generosità, ambizione,rivalità…un film che da vita con fedeltà ai personaggi del libro!

RICETTA CORRELATA AL FILM:

MELANZANE ALLA PARMIGIANA

INGREDIENTI:

-600g di melanzane

-200g di mozzarella

-Passata di pomodoro

-Farina qb

-.Olio per friggere qb

-Sale qb

“50g di parmigiano grattugiato

Sbucciate le melanzane,
tagliatele a fette, e mettetele  con una spolverata di sale in uno scolapasta,
mettete un peso sopra.
Dopo circa 15-  20 minuti, sciacquatele, aciugatele e mettetele su un panno .
Passatele nella farina e poi friggetele in olio bollente, (altra versione le vuole ripassate nella farina e poi nell’uovo).
Si racconta che in tempi antichissimi le melanzane venivano fritte la sera prima e poi rifritte la mattina dopo.
Comunque non è il caso di esagerare, , preparate un sugo leggero con cipolla e pomodoro,
portatelo a cottura e aggiungete abbondante basilico.
In una pirofila mettete uno strato di pomodoro,
le melanzane, la mozzarella tagliata a cubetti
una spolverata generosa di parmigiano,
altra salsa di pomodoro, di nuovo melanzane, mozzarella,
parmigiano e così via fino ad esaurimento.
Infornate a 180°
fin quando la parte superiore non avrà formato una crosticina.

Vino consigliato:
Alezio rosato, un vino morbido, di corpo equilibrato, con una
sensazione deciasamente amarognola.

parmigiana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...