SONY DSC

Dalla trasmissione “Dolci dopo il tg”,una ricetta facile di Anna Moroni, dei mini pandorini
sofficissimi, morbidissimi, con un ripieno al cioccolato;
per i più golosi, volendo, anzichè mettere lo zucchero a velo potrete
coprirli con una ganache al cioccolato che li renderà indimenticabili.
Relativamente alle origini di questo dolce tipicamente natalizio, le tesi sono molteplici:
c’e chi lo farebbe risalire  ai tempi di Virgilio che cita un dolce
simile chiamato Libum, altri parlano del ‘500 veneziano,quando alle tavole dei nobili,
si offriva e faceva sfoggio un dolce di forma conica ricoperto di foglie d’oro,
chiamato “Pan de Oro”.
Diciamo che la tesi più gettonata è quella che vede la nascita
del dolce presso la casa Reale degli Asburgo , dove si produceva il pane di Vienna,
le cui tecniche di lavorazione si utilizzano ancora oggi per la preparazione del Pandoro.
Ma è nell’800 che la tecnioca di preparazione si raffina, e questo accade
proprio da noi, in Italia e più precisamente nella bella Verona.
Ma poi tutto sommato…
quali siano le origini poco importa di fronte alla meraviglia del suo sapore!

Vino consigliato:

Donnafugata Ben Ryè Passito di Pantelleria,
un nettare dalla notevole complessità
che nasce dalla fusione tra dolcezza, sapidità e morbidezza.

E ora…ACCENDIAMO I FUOCHI!

INGREDIENTI:

-150g di burro

-300 g di zucchero

-6 tuorli  più 6 albumi

-240 g di farina 00

-160g di fecola di patate

-100ml di latte

-2 bustine di vanillina

-24g di lievito in polvere

– 1 pizzico di bicarbonato di sodio

-30g di cioccolato fondente

INDOSSATE IL GREMBIULE, LAVATEVI LE MANI, INIZIAMO!

Lavorate il burro ammorbidito con lo zucchero,
unite i tuorli e lavorate a mano con la frusta.
Ammorbidite con il latte,
a parte setacciate la farina con la fecola, il bicabornato e il lievito per dolci.
A questo punto unite le polveri al composto grasso, mescolate il tutto;
unite gli albumi e incorporate sempre girando dal basso verso l’alto.
Dopo aver imburrato gli stampini,
riempiteli a metà, mettete il cioccolato a pezzetti e dell’altro impasto a coprire.
( non troppo perchè potrebbe trasbordare).
Cuocere in  forno statico, già caldo a 180° per circa 20 minuti.

SONY DSC

Et voilà …che la festa abbia inizio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...