SONY DSC

Ecco un’altra ricetta dello chef stellato Angelo Troiani,
ho avuto l’opportunità e l’onore di
partecipare ad un suo corso di cucina …ed è
stata un’esperienza incredibile!
Questi spaghetti regalano al
palato un susseguirsi di sapori
che ben si armonizzano tra di loro, anche se
nell’insieme del gusto si riesce a distinguerli uno per uno in un
grande accordo sensoriale.
Da cucinare subito!

Vino consigliato:
Collio Ribolla di Oslavia
Riserva DOC 2011,
un bianco che sprigiona affascinanti aromi,
dal profilo aromatico complesso e seducente.

E ora … ACCENDIAMO I FUOCHI!

INGREDIENTI:

$00g di spaghettoni

-500g di gamberi rossi

-60g di aglio

-80g di pecorino romano

-Succo e buccia di limone grattugiato qb

-Mandorle a fettine

-Menta qb

-Olio qb

-Sale qb

-Vino bianco qb

INDOSSATE IL GREMBIULE, LAVATEVI LE MANI, INIZIAMO!

Sgusciate i gamberi,
Tagliateli per lungo e con le teste,
fate un brodo leggero.
Tagliate l’aglio a fettine sottilissime, dopo aver tolto
l’anima, appassirli a fuoco basso in 50g di olio,
toglieteli e tenete da parte.
Nello stesso olio  mettere le mandorle,
non appena si cominceranno a colorare, toglietele e
tenetele da parte.
Sempre nello stesso olio, cuocete i gamberi, salateli
sfumateli con il vino bianco.
Toglieteli e teneteli da parte.
Aggiungete al soutè il succo di mezzo limone e la buccia grattugiata.
Cuocete gli spaghetti, tirateli fuori al dente
e saltarli nel soutè,
aggiungete qualche fogliolina di menta
e mantecate con il pecorino lontano dal fuoco.
Aggiungete i gamberi, le mandorle, i talli d’aglio croccanti
e guarnite con qualche fogliolina di menta.

SONY DSC

Et voilà … un piatto da estasi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...